Costruzione Violoncello: applicazione delle fasce sulla forma

Costruzione di un Violoncello Domenico Montagnana del 1740, parte 2 – Si comincia con il posizionamento dei blocchetti o tasselli, anticamente di pioppo o salice qui di abete; dopo averli ben posizionati e incollati con alcune gocce di colla sulla forma procedo con la sagomatura utilizzando una lama stretta. Preparo le fasce, normalmente di acero, portandole a spessore con pialla e rifinite con rasiera facendo attenzione alla regolarit√† della spessore. Per l’incollaggio delle fasce inizio dall’interno delle CC per poi passare a quelle superiori e a quelle inferiori. Proseguo il lavoro con l’incollatura delle controfasce partendo dalla parte del fondo. Le controfasce utilizzate sono di salice, per facilitare l’operazione di piegatura ho utilizzato la solita tecnica a caldo usata per la piegatura delle fasce. Gli attrezzi che ho usato sono molle di acciaio e morsetti vari.

2 commenti su “Costruzione Violoncello: applicazione delle fasce sulla forma

  1. Il violoncello produce un suono ricco, profondo e pieno di energia. . Spero che la tua maestria riesca a personalizzare il suono dello strumento che stai costruendo attraverso l’inserimento di parti di acero nella cassa armonica

  2. Ho visto le fasi di costruzione del violoncello, molto interessanti e ben documentate. Volendo costruire un violoncello mi saprebbe dire dove posso trovare il piano di costruzione.
    Saluti

I commenti sono chiusi.